closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Si muove Di Maio: «Se il M5S si rompe siamo tutti sconfitti»

Duello al sole. Il ministro degli esteri chiede a Conte un segnale di distensione. Crimi indice l'elezione del direttivo a 5, ma non su Rousseau

Luigi Di Maio e Roberto Fico

Luigi Di Maio e Roberto Fico

Quando Luigi Di Maio, alle 9 del mattino di una giornata in cui tutto pare perduto, si presenta a casa di Giuseppe Conte non si limita essere il portavoce di una proposta di mediazione. LO SCOPO del ministro degli esteri è convincere il promesso leader che una rottura con Beppe Grillo non servirebbe a nessuno dei contendenti. Porterebbe alla nascita di due soggetti, il M5S de-contizzato di stretta osservanza grillina e il Partito di Conte, destinati ad avere poco peso e a mettere in evidenze le proprie debolezze. Esce dall’incontro senza parlare, subito dopo incrocerà Roberto Fico ai margini di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.