closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sì all’unità, anche se l’unità non c’è

Sinistra. Il Prc consulta gli iscritti, tutti (o quasi) contro lo scioglimento e per il nuovo soggetto. Che però è già saltato. Ferrero: «Raddoppiati i militanti al voto». La giovane Forenza: «Il quesito non aveva attinenza con la realtà»

Paolo Ferrero, segretario del Prc

Paolo Ferrero, segretario del Prc

Oltre 5mila partecipanti al voto su circa 20mila iscritti dichiarati, oltre il 70 per cento dei sì al quesito proposto dal «comitato politico nazionale» e rimasto graniticamente lo stesso anche mentre a sinistra tutto, o quasi, cambiava. Il referendum interno molto old style di Rifondazione comunista - voto espresso fisicamente in sezione, non ammesso quello telefonico giammai quello attraverso la rete - ha consegnato un regalo di Natale al segretario Paolo Ferrero. Che infatti è contento: «È la seconda volta che facciamo una consultazione. La prima era sulla partecipazione alla lista L’Altra Europa con Tsipras alle scorse europee. Stavolta abbiamo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi