closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Sì alle «cordate educative» per gli studenti disabili

Scuola. Una nota del ministero dell’Istruzione ripristina il metodo di insegnamento

La scorso anno scolastico, come hanno evidenziato diversi studi a partire da quello presentato dall’Istat mercoledì scorso, gli alunni con disabilità erano stati i più esclusi dalla didattica a distanza. Proprio per questo, la scorsa estate, il ministero dell’Istruzione aveva previsto la necessità, attraverso il «piano scuola», di garantire la scuola in presenza ai bambini e ai ragazzi con bisogni educativi speciali (Bes). Rientrano tra i Bes tutti gli e le alunne che hanno necessitano di sostegno o dispongono di un piano didattico personalizzato (PDP). Quando, da ottobre, già molti istituti erano ricorsi alla didattica a distanza si era determinata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi