closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Shoah, le note tragiche del jazz

Memoria 2/Una schiera di musicisti di origine ebraica perseguitati nel cuore della Vecchia Europa. Austria e Olanda i paesi più colpiti, ma anche in Italia non mancarono le persecuzioni. La strana vicenda di Oscar Klein

I Ghetto Swingers a Terezin

I Ghetto Swingers a Terezin

I primi artisti perseguitati, appena Hitler sale al potere, sono alcuni ebrei tedeschi vicini al jazz medesimo: da un lato il commediografo Bertolt Brecht, che si diletta al banjo con il dixieland e che chiederà a Kurt Weill di comporre alcune song «americane» per l'Opera da tre soldi; dall'altro l'allora famosissimo sestetto berlinese The Comedian Harmonists: tre di loro - Harry Frommermann, Roman Cycowski, Erich Abraham-Collin - sono ebrei e già nel 1933 fanno le valigie alla volta dell’America per dar vita a un gruppo analogo dallo stesso nome; i tre rimasti in patria non sono però d'accordo e la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.