closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Shinzo Abe e il suo «populismo leggero»

Giappone. Fu Kakuei Tanaka, a Tokyo tra ’72 e ’74 a stabilire i canoni attuali della «politica popolare»

Per sottolineare il successo del programma del suo governo e della banca centrale giapponese - la cosiddetta «abenomics - a giugno 2016, di fronte al club della stampa giapponese, Shinzo Abe aveva mostrato un cartello: «Portare frutti» - Seika o dasu. Niente dati o grafici di difficile interpretazione. Solo una frase, nero su bianco, condita di parole sul calo della disoccupazione, la crescita del Pil e del reddito nazionale lordo. Una scelta con uno scopo preciso, quella di uno dei primi ministri giapponesi più longevi dal dopoguerra: parlare all’elettorato, arrivare al popolo. Alle elezioni del 2012, il partito liberaldemocratico (Ldp)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.