closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Shane MacGowan, il sorriso spezzato

Nel documentario «Crock of Gold», diretto da Julian Temple, la carriera del cantante dei Pogues. Tra musica e cinquant'anni di sbornie colossali

A essere cinici, Crock of Gold: a Few Rounds with Shane MacGowan, il documentario di Julian Temple dedicato al leggendario leader dei Pogues, potrebbe essere definito come il riassunto di cinquant’anni di sbornie colossali. Anno più anno meno, è quello il periodo in cui il musicista anglo-irlandese ha pericolosamente dato del tu alla bottiglia (e a sostanze di vario tipo). Ciò non gli ha impedito di fondare un gruppo dalla connotazione unica, autore di musica folk irlandese con un approccio risolutamente punk. In altre parole musica tradizionale suonata a mille all’ora: è il marchio di fabbrica dei Pogues, che li...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi