closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Sgomberi a Torino, così si cancellano le belle storie

Tre giorni fa Torino ha dato l’ultimo saluto a Luciano Gallino. C’era, con i suoi allievi, il pezzo di città che lo ha apprezzato, stimato, riconosciuto come maestro e amico. E c’erano – come spesso accade nelle cerimonie funebri, i responsabili dell’establishment politico e della carta stampata della città (che è, come noto, uno dei poteri forti torinesi). Alcuni – non certo questi ultimi – ne hanno ricordato l’impegno politico di questi ultimi anni. A me piace ricordare che la penultima uscita pubblica di Gallino è stata, il 30 agosto, l’inaugurazione della festa di una caserma occupata, la caserma di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi