closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sette minuti su sfondo giallino Palazzo Chigi cambia stile

Il videomessaggio di Draghi. Il premier più parco di parole degli ultimi decenni ha inviato il suo videomessaggio in apertura della conferenza «Verso una strategia nazionale sulla parità di genere» e all’argomento del giorno ha dedicato l’ultima parte del suo messaggio, del resto conciso, 7 minuti e 16 secondi per fare il punto su una crisi che non risparmia neppure gli angoli più remoti dell’edificio Italia, a partire naturalmente dalla situazione sanitaria

Mario Draghi

Mario Draghi

Va bene che l’era Casalino, con la comunicazione studiata al millesimo e la scenografia curata nel dettaglio, è finita e che il nuovo premier intende segnare una differenza netta col passato, ma lo scarto qui è quasi esagerato. Difficile immaginare uno stile più minimalista, quasi povero, di quello adoperato nel video con cui Mario Draghi si è rivolto ieri non solo alle donne, in occasione dell’8 marzo, ma al Paese intero. Décor ridotto all’osso: la bandiera italiana e quella europea da un lato, di sguincio, un’anonima parete giallina sullo sfondo. L’interprete principale è in piedi, un po’ rigido, evidentemente teso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.