closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Servizi di sicurezza sotto attacco: intelligence bielorussa indisturbata

Grecia. Anche il lungo soggiorno del presunto «giornalista dissidente» Roman Protasevich in Grecia ha alimentato forti sospetti. La sua presenza al Forum di Delfi a fianco della leader dell’opposizione bielorussa era ben nota e aveva provocato stupore tra le numerose comunità post-sovietiche della Grecia

Roman Protasevich

Roman Protasevich

Se gli agenti di Lukashenko potevano girare indisturbati in Grecia per settimane intere e organizzare l’operazione di pirateria aerea, evidentemente l’immagine che dà il paese è quella di un campo aperto a tutte le spie. Sotto processo è il servizio di sicurezza greco. Si chiama EYP, ed è sotto il controllo diretto del premier Kyriakos Mitsotakis. Il quale si è prodigato a piazzarci a capo un certo Panayiotis Kontoleon, ex responsabile di una società di guardie giurate, fornito di diploma di liceo musicale. Essendo privo di laurea, non avrebbe potuto avere quell’incarico, ma Mitsotakis ci teneva a lui ed ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi