closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Selahattin Demirtas, ostaggio kafkiano

Turchia. Il 4 novembre 2016 l’avvocato curdo e co-leader dell’Hpd entrava in una prigione turca. Cinque anni dopo, Selahattin Demirtas resta l’unico in grado di sfidare Erdogan. Con le idee, i romanzi e l’ironia

Una donna tiene in mano la foto dell’ex co-presidente del Partito democratico dei popoli, Selahattin Demirtas, durante una manifestazione a Istanbul

Una donna tiene in mano la foto dell’ex co-presidente del Partito democratico dei popoli, Selahattin Demirtas, durante una manifestazione a Istanbul

Selahattin Demirtas, l’ex parlamentare e co-presidente del Partito Democratico dei Popoli (Hdp), si trova nel carcere di Edirne dal 4 novembre 2016. Tra le tante accuse, quella di aver «fondato un’organizzazione criminale» e di «appartenere a un’organizzazione terroristica armata». Sono ormai passati cinque anni per l’ostaggio politico più noto del Paese, ostaggio del processo più kafkiano della storia della Repubblica di Turchia. E questo nonostante una pronuncia della Corte costituzionale del giugno 2020 in cui si afferma la presenza di una serie di violazioni tra cui il prolungato periodo di detenzione. Pronuncia a cui ha risposto il collegio giudicante con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.