closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Sei grandi «billboards» a parete per Mimmo Rotella

"Mimmo Rotella Manifesto" alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, a cura di Germano Celant con Antonella Soldaini. L’intera parabola di Mimmo Rotella viene inscenata evocando una sorta di diorama: le 160 opere compongono sei «billboards» stagionali a parete che si affacciano sul salone centrale

"Mimmo Rotella Manifesto", «insieme-manifesto» dei Riporti fotografici (1963-’80) e Artypos (1966-’74)

BERNARDI Il titolo della mostra, Mimmo Rotella Manifesto. La cura è di Germano Celant, affiancato da Antonella Soldaini. È visitabile presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma fino al 10 febbraio. Si tratta della piu completa ricognizione scientifica sulla produzione di Rotella (Catanzaro 1918, Milano 2006), e fa parte delle iniziative promosse dalla Fondazione Mimmo Rotella e dal Mimmo Rotella Institute, con il supporto della Regione Calabria, per il centenario dalla sua nascita. Il Salone Centrale della GNAM, destinato alle mostre temporanee e dunque anche a quella dedicata a Rotella, non ha di per sé le dimensioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi