closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Sedotte e abbandonate

Ri-Mediamo. La rubrica settimanale di Vincenzo Vita

Quarant’anni fa la sentenza n. 202 della corte costituzionale liberalizzava l’etere e permetteva la nascita legale dell’emittenza locale. La prima a partire «radio Parma». Già due anni prima la stessa corte aveva emesso un’altra sentenza, sul cavo, anticipatrice della piccola rivoluzione che avrebbe segnato per sempre il sistema comunicativo italiano. Purtroppo, le parole della consulta, che limitavano all’«ambito locale» le trasmissioni, non diedero luogo ad una riforma moderna, bensì alle storpiature dei decreti varati nel 1984 da Craxi per salvare Berlusconi. Fino a Mammì e a Gasparri. Insomma, radio e televisioni locali furono sedotte e abbandonare, repentinamente. Un provvedimento organico...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.