closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Se tre eccellenti normaliste confutano l’eccellenza

Università. Non si tratta di una generica polemica anti-baronale contro l’accademica, ma contro la versione postfordista dell’oligarchismo delle passate stagioni

Facoltà di medicina

Facoltà di medicina

Alcuni giorni fa ho letto un’intervista al Direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa, Luigi Ambrosio, sul recente intervento delle tre ormai note normaliste (Virginia Magnaghi, Valeria Spacciante e Valeria Grossi) alla cerimonia di consegna dei diplomi che tanta circolazione ha avuto sui social. Ma Ambrosio ha evitato di affrontare il nodo più profondo del loro discorso, che qui vale la pena ricordare: la retorica dell’eccellenza e il discorso meritocratico hanno funzionato negli ultimi anni da copertura ideologica dei tagli al sistema dell’Università e della ricerca. Un sistema che - le allieve ricordano - è il meno finanziato dell’Occidente e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.