closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Se, per lo storico, vittime e carnefici pari sono

La polemica . Sul dibattito che è nato in seguito all'editoriale sul Corriere di Ernesto Galli Della Loggia. Quando si dice che tutti i popoli sono carnefici si rischia di annullare le responsabilità dell'Occidente

Ma come fa Galli della Loggia (Corriere della Sera, 3 aprile), facendo leva su episodi certamente discutibili, ma comprensibili – abbattere o danneggiare le statue di Colombo o di Churchill - ad accusare gli autori di "crassa ignoranza della storia"? Come si può mettere sullo stesso piano i massacri e la distruzione d'intere civiltà compiute dagli europei e le loro vittime? Ragiona l'autore: poiché i negrieri africani, nel corso dell'età moderna, facevano frequenti incursioni nelle regioni interne dell'Africa, catturando giovani che poi vendevano ai mercanti europei, anche i responsabili di tale nefasta pratica dovrebbero essere messi sotto accusa. Anche gli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi