closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Se la Politica è Impotente, i corpi intermedi possono rianimarla

Prospettive . A partire dalla crisi della rappresentanza appare in tutta chiarezza la necessità di ripensare la politica e quello che è stato il suo veicolo fondamentale, nel Novecento, ovvero lo strumento-partito.

Sotto la coltre mortifera della pandemia, l’orizzonte è scomparso. Chini sull’oggi deprimente, impellente, è come se non avessimo più domani. Come nave che nella nebbia indugia in rada in attesa di vedere avanti, ci manca la prospettiva. Ma la pandemia ha solo squarciato il velo, disvelando il vuoto: perché già il futuro ci era venuto meno, ed era il suo simulacro cui guardavamo, in cui la tecnologia sceglie al nostro posto, finalmente al di là della Storia. Ma noi siamo nella Storia e dobbiamo «riprenderci la vita, la gioia e l’abbondanza», riprenderci la Politica. LA POLITICA ha bisogno di noi,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi