closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Se la critica è un problema di gender

Nei commenti sull’Orso d’oro a Touch Me Not di Adina Pintilie i toni violenti che criticano la scelta della giuria hanno qualcosa che va al di là del film. Non è infatti solo una questione di gusti, assolutamente legittima, un film può piacere o no, e questo della giovane regista rumena, premiata anche per l’opera prima, è un lavoro non neutro, che può provocare un certo disagio (vedi fastidio). Lo ammetto: anche io mentre guardavo il film l’ho provato, e non riguardava lo sguardo della regista che a sua volta si mette in gioco senza chiedere (piuttosto è il contrario)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi