closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Se crisi e pandemia «sbiadiscono» i colori e le voci del pacifismo

SAGGI. Il libro «Non c’è pace» di Romina Perni e Roberto Vicaretti, per le edizioni People

Greta Thunberg

Greta Thunberg

«Il silenzio della società civile, il vuoto delle piazze, il grigio che aveva offuscato l’attivismo movimentista sono stati squarciati da una mobilitazione nuova, inaspettata, fresca e vivace: quella contro il cambiamento climatico». SI CONCLUDE da dov’era partito, Non c’è pace, crisi ed evoluzione del movimento pacifista di Romina Perni e Roberto Vicaretti (People, pp.160, euro 15). L’arcobaleno delle manifestazioni contro la guerra in Iraq del 2003 che assume le tonalità del verde modello Fridays for future, dunque, con una leadership riconosciuta quale quella della giovanissima svedese Greta Thunberg, e che mette a dura prova l’analisi svolta in tutto il libro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi