closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Se aumentare l’efficienza della fotosintesi è un business

SCIENZA. Ricercatori statunitensi inventano piante Ogm che resistono alla siccità. La scoperta è l’esito del progetto di ricerca «Ripe», iniziato nel 2012. Grazie ai soldi di Bill Gates. Una soluzione simile servirebbe in Africa e nelle zone più povere del pianeta ma le università dell’Illinois e della California l’hanno già brevettata

Un team congiunto delle università dell’Illinois e della California ha sviluppato una varietà di tabacco geneticamente modificata che può essere coltivata anche in condizioni di scarsità di acqua. Per ottenere questo risultato, i biotecnologi sono intervenuti sui geni che regolano la fotosintesi delle piante, migliorando l’efficienza del loro ciclo biologico. Le varietà sviluppate in questo modo sono in grado di utilizzare fino al 25% di acqua in meno, a parità di anidride carbonica assorbita (la materia prima della fotosintesi). Dato che il meccanismo è presente in tutte le specie vegetali, gli scienziati si aspettano che lo stesso miglioramento possa ottenersi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.