closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Scuola, sindacati contro Bussetti: «No alla regionalizzazione dei docenti»

Il nuovo corso del Miur sul reclutamento differenziato nelle regioni che hanno un peso politico sulla vita del governo, anche in prospettiva elettorale, potrebbe interessare fino a 200 mila cattedre. Camusso (Cgil): "Furia elettorale e ideologica". Sinopoli (Flc-Cgil): "Il sistema deve restare nazionale". DI Meglio (Gilda): si rischia "una scuola a due velocità"

A scuola

A scuola

Regionalizzare l’assunzione dei docenti a scuola è «un’idea virtuosa» e i «programmi e gli ordinamenti restano allo Stato». Questa è l’idea del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti: in quota Lega che, probabilmente, risponde ad proposta di legge presentata dal Veneto del leghista Zaia al ministro per le Regioni, Erika Stefani, sul «trasferimento su base volontaria del personale della scuola, maestre, prof e bidelli, alla Regione Veneto, il tutto incentivato da stipendi possibilmente più alti». Non conta la rottura del vincolo costituzionale, né l’aumento delle diseguaglianze tra Nord e Sud, ma il rispetto del punto 20 del «contratto» siglato dalla Lega con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.