closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Scuola, scontro sugli aumenti: firmano solo i confederali

Superata la Buona Scuola . Il primo contratto dopo 9 anni di blocco segna un aumento lordo fra i gli 80 e i 110 euro. Ma Gilda, Snals e Cobas contestano la "mancia elettorale"

Una insegnante al lavoro in una scuola primaria

Una insegnante al lavoro in una scuola primaria

Nove anni di attesa per avere un nuovo contratto. Nove anni nei quali i tagli della Gelmini e poi la BuonaScuola renziana hanno ridotto gli insegnanti italiani in poveri lavoratori in balia dei dirigenti trascinando il loro ruolo e riconoscimento sociale sempre più in basso. Quello firmato ieri mattina alle 7 e 15 dopo una improvvisa accelerazione non è, né poteva essere risolutivo di tutti i problemi trascinatisi in un decennio. La mancata firma di Snals e Gilda e i molti mal di pancia all’interno dei confederali delineano però il concreto rischio di essere arrivati ad «un contratto elettorale». IN...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi