closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Scuola, Renzi ricatta una generazione di docenti e li obbliga all’esodo

I racconti. Come migliaia di prof neoassunti Manuela, Angela e Elena obbligate dal governo a lasciare case, affetti e relazioni per mantenere il lavoro. L’esodo forzato da Sud (e dal Centro) in tutta Italia, a proprie spese. Chi non accetta è fuori. Storie dalla resistenza di una generazione che lavora da anni nel precariato: «Continuo a non sentirmi una vittima, questa classe dirigente sarà spazzata via»

Manuela, Angela e Elena. Tre donne decise a non cedere al ricatto. Come decine di migliaia di altri docenti precari nella scuola, il governo Renzi le sta trattando come pacchi che possono essere spostati da una parte all'altra del paese, senza una vita né relazioni. Hanno tempo fino al 14 agosto per compilare un modulo dove esprimere la preferenza di un posto tra le 100 province italiane. Entro novembre il sistema individuerà il primo posto libero, sulla base del punteggio accumulato in anni di insegnamento, in base all'ordine di preferenza. Se sei di Trapani potrai andare a lavorare a Belluno....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.