closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Scudo musulmano per i cristiani nel bus

Kenya. Agguato dei miliziani di Al-Shabaab al confine con la Somalia. Costretti alla fuga dalla ribellione civile dei passeggeri di fede islamica, che rifiutano di essere separati dagli altri. «Uccideteci tutti o lasciateci liberi»

Un sopravvissuto dell'attacco a Mandera, Kenya, rivendicato da Al-Shabaab nel luglio scorso

Un sopravvissuto dell'attacco a Mandera, Kenya, rivendicato da Al-Shabaab nel luglio scorso

A far notizia stavolta non è tanto l’attacco in sé quanto l’audacia e lo spirito di solidarietà tra civili di credo ed etnia diversi che si sono rivoltati - senza armi - contro un commando di uomini armati, probabilmente membri del gruppo al-qaedista somalo degli Al-Shabaab. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, lunedì mattina un autobus con a bordo 50 passeggeri partito la sera prima da Nairobi e diretto a Mandera (senza aspettare l’arrivo - obbligatorio nella regione - della scorta armata), sarebbe stato vittima di un’imboscata nei pressi di Dabacity, al confine con la Somalia. Il bilancio sarebbe al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi