closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Scoprendo un’altra Africa nella decostruzione di Monk

Note sparse. L’opera complessa e affascinante del duo composto da Giancarlo Schiaffini e Sergio Armaroli. Brani che miscelano il free ai fantasmi blues del grande compositore

Bisogna per forza ragionare sul titolo se si vuol dire qualcosa di quest’opera di Giancarlo Schiaffini e Sergio Armaroli. Il titolo è Deconstructing Monk in Africa (Dodicilune Records). Ma si potrà trovarci effettivamente una decostruzione di Monk? Gli autori di questa nuova composizione dicono che hanno «cercato di smontare la musica di Thelonious Monk». Chissà se smontare e decostruire hanno lo stesso significato. A occhio si può rispondere: non proprio. Smontare è un procedimento tecnico utile a decostruire. Perché in generale e in questo caso in particolare decostruire è come un desiderio di scorgere e far risaltare e far baluginare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.