closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Scontri tra hindu e musulmani, il Bjp cavalca l’estremismo

Uttar Pradesh. Torna la paura del conflitto interreligioso

Due giorni, oltre duemila arresti, uno stato blindato e forze dell’ordine costrette a fronteggiare migliaia di fedeli hindu. Succede nell’Uttar Pradesh, India settentrionale, dove a distanza di vent’anni la paura di scontri intracomunitari tra musulmani e hindu è tornata a minacciare la complessa convivenza tra gruppi religiosi. Nel 1992 una campagna politica promossa dalla destra del Bharatiya Janata Party (Bjp) e appoggiata dalle sigle dell’estremismo hindu era sfociata nella distruzione della Babri Masjid, un’imponente moschea di epoca Moghul eretta nel XVI secolo nella città sacra di Ayodhya. L’oggetto del contendere trova le sue radici in un’interpretazione del poema epico Ramayana:...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi