closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Scontri sul Golan occupato, i monarchi del Golfo stanno con Israele

Iran/Siria/Israele. Come gli Stati Uniti il ministro degli esteri del Bahrain afferma che Israele ha il diritto di difendersi dall'Iran. Nuova vittoria diplomatica per il governo israeliano. Netanyahu accusa l'Iran di aver passato la "linea rossa" lanciando mercoledì notte dal territorio siriano missili contro il Golan. Tehran nega ogni responsabilità

Carri armati israeliani sul Golan

Carri armati israeliani sul Golan

‎«Fino a quando l’Iran continuerà con l’attuale status quo delle sue ‎forze e i missili ‎che operano nella regione, ogni paese – compreso ‎Israele – ha il diritto di ‎difendersi eliminando la fonte di pericolo‎». ‎Questo tweet non è di @potus, il ‎presidente degli Stati uniti Trump ‎che adora i micromessaggi per annunciare ‎alcune delle sue decisioni ‎più importanti. A postarlo è stato ieri il ministro degli ‎esteri del ‎Bahrain Khalid bin Ahmed Al Khalifa, a commento del ‎pesante ‎bombardamento israeliano in Siria di mercoledì notte contro ‎presunte basi ‎iraniane. Con poche parole ha dimostrato quanto si sia ‎capovolto il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.