closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Scomode verità, vite negate nel bar fantasma

Al cinema. L'opera prima di Thomas Logoreci e Iris Elezi, «Bota Cafè» , coproduzione italo-albanese con la partecipazione del Kosovo, esce nelle sale

Edifici fatiscenti e strade polverose, un furgoncino che vende frutta e verdura, mentre su un balcone una giovane donna stende il bucato. Così inizia Bota Cafè, opera prima diretta da Thomas Logoreci e Iris Elezi. Dalla desolazione post-apocalittica degli esterni si passa all’interno di un soggiorno dove la giovane donna che stendeva i panni prende le forme di Juli, costretta a vivere in uno di questi palazzi che sembrano popolati da spettri, con la nonna Noje, la quale seduta davanti a una televisione scassata scambia la nipote per la figlia Alba, vero e proprio fantasma per tutta la durata di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.