closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'inchiesta

La scommessa vinta degli operai

Fabbriche recuperate. Dopo due anni di lotte 51 operai della Wbo Italcables di Caivano si uniscono in cooperativa e fanno ripartire la fabbrica di cavi al carbonio. Le prime commesse dagli Usa. All’inaugurazione anche il ministro del Poletti

I lavoratori WBO Italcables

I lavoratori WBO Italcables

Una torta di 15 chili e svariate bottiglie di spumante hanno accompagnato la cerimonia ufficiale di apertura della Wbo Italcables di Caivano, il primo caso di workers buy out nel settore siderurgico in Italia. La fabbrica produceva cavi e barre d'acciaio, nel 2013 era stata dichiarata fallita: assorbita nel 2008 da un gruppo portoghese, la Italcables ha finito per essere travolta dai problemi finanziari della proprietà. Due anni fa il curatore fallimentare l'ha messa in liquidazione, sarebbe stata svenduta se i lavoratori non avesser deciso di costituirsi in cooperativa e rilevarla. «Il lavoro si riprende il lavoro» ripetevano i 51...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi