closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Sciopero docenti all’università, è polemica con gli studenti

La crisi. Coinvolti 7 mila docenti fino al 31 luglio, le ragioni delle manifestazioni degli studenti: "La protesta è sintomo del definanziamento dell’università: i nostri Atenei, dopo anni di politiche fallimentari, tornino priorità del governo"

Lo sciopero ai tempi dell’università della crisi. I docenti continuano la loro protesta e, da ieri, si asterranno dagli esami fino al 31 luglio. Gli studenti protestano perché l’interruzione rischia di compromettere l’appello, il mantenimento della borsa di studio e di rinviare la laurea o rinunciare a un lavoro estivo. A prima vista sembra l’immagine rovesciata del Sessantotto. Cinquant’anni fa erano gli studenti a protestare contro l’autoritarismo dei docenti, i saperi dominanti, il potere disciplinare e di classe esercitato contro una nuova generazione che entrava nell’università e, a spallate e occupazioni, intendeva allargarla alle «masse» e agli operai. Tuttavia lo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.