closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Sciopero dei call center: “Basta delocalizzazioni”

Oggi lo stop degli operatori. Sindacati e imprese chiedono che si metta fine al meccanismo degli appalti al massimo ribasso e un intervento del governo sulla crisi del settore

Sciopero nazionale e manifestazione – oggi a Roma – dei call center. I dipendenti dei gruppi in outsourcing – 80 mila, fatturato 1,3 miliardi di euro – dicono no agli appalti al massimo ribasso e alle delocalizzazioni: «Tolgono lavoro e non garantiscono gli stessi clienti, i cui dati sensibili vengono gestiti da operatori esteri». Appello al governo condiviso anche dalle imprese: Assocontact Confindustria si dice allarmata da commesse sempre a più basso costo.

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.