closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sciogliere Forza nuova, Draghi guarda ai pm

Neofascisti. Verso uno scontro tra mozione in parlamento. Mezza maggioranza chiede che il governo chiuda gli aggressori della Cgil, l'altra metà vuole una condanna di tutti i totalitarismi sul modello della risoluzione di Strasburgo. Il presidente del Consiglio si mostra prudente: la questione è alla nostra attenzione ma anche a quella dei magistrati che stanno indagando

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ieri durante la conferenza stampa dopo il G20

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ieri durante la conferenza stampa dopo il G20

Prima è arrivata la richiesta politica, con le mozioni parlamentari, di sciogliere Forza nuova. Poi arriverà la magistratura, che al momento sui fatti di Roma è ancora alle prime mosse tanto che domani ci saranno gli interrogatori per la convalida degli arresti di Fiore e altri cinque neofascisti. Ma il parlamento aspetta ancora di sapere dalla ministra dell’interno cosa è esattamente accaduto sabato scorso a Roma e in particolare alla Cgil. Lamorgese il 19 ottobre dovrà spiegare alle camere se l’azione guidata dai capi di Forza Nuova è stata particolarmente pericolosa o particolarmente mal fronteggiata. La richiesta al governo di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.