closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Schirinzi, l’estetica si fa enigma e fuoco

Mostra del nuovo cinema di Pesaro. Presentato "I resti di Bisanzio" il primo lngometraggio dell’ artista indipendente e una mostra di opere fotografiche

La mostra di Pesaro aveva già dedicato a Carlo Michele Schirinzi una personale nel 2005 e quest’anno ha presentato "I resti di Bisanzio", il suo primo lungometraggio. Un film che urla nel deserto: senza traccia di accadimenti infatti possono apparire i luoghi del basso Salento appena ci si allontana dalle zone più battute dal turismo e dalle troupe di cinema che lo percorrono. Poche parole scorrono, molta fatica (la fatìa che è fato e lavoro insieme), un orizzonte chiuso dai venti. Neanche la storia qui si è fatta sentire, se non in tempi remoti. È questa l’ambientazione che il regista...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.