closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Schiavi senza colore

Toussant Louverture. La storia della rivoluzione di Haiti nel libro, ripubblicato da DeriveApprodi «I giacobini neri» di C.L.R. James, giornalista marxista di Trinidad, che rilegge quei fatti e alcuni fallimenti con la lente della lotta di classe, a volte dimenticata dallo Spartaco nero

Touissant Louverture

Touissant Louverture

A ricordarlo oggi, quando il solo nome di Haiti è sinonimo di miseria e arretratezza, pare incredibile, ma alla vigilia della Rivoluzione francese quella che allora si chiamava Sainte-Domingue era la colonia più ricca del mondo: tanto da far dire ai governanti inglesi che strapparla alla Francia avrebbe compensato con gli interessi la recente perdita del Nord America. Ci cresceva di tutto ma soprattutto caffè e zucchero, merci preziose. A coltivarle erano gli schiavi che arrivavano in catene dall’Africa sulle navi negriere, a botte di decine di migliaia l’anno. Lo schiavismo dal volto umano è esistito solo nelle bugie dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.