closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Scene da un quadro barocco nel cuore della ricca Milano

L’editoriale di Norma Rangeri (il manifesto, 2 febbraio) intercetta i pensieri e lo stato d'animo non solo dei lettori ma di un ben più grande numero di italiani, nemmeno tutti di sinistra. Un paese soffocato con incosciente euforia da quella stessa classe politica che dovrebbe rappresentarlo e dargli voce e ordine. Ma chi può rappresentare in realtà chi è solo nominato e non eletto? Come topi in un silos i nostri sedicenti rappresentanti rosicano fino all'ultimo chicco di grano e man mano che il livello si abbassa cominciano a sbranarsi tra loro. Hai voglia a snocciolare lucide analisi della situazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.