closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Scatta il supercanguro, bagarre in aula

Riforme. Un giochetto di un senatore dem fa saltare centinaia di emendamenti. Zanda: avanti, non vi meritate il dibattito. Tre voti in dissenso dalla minoranza Pd . Le opposizioni: «È un attacco alla democrazia

Il presidente del senato Pietro Grasso

Il presidente del senato Pietro Grasso

Una forzatura dopo l’altra, governo e maggioranza vanno avanti a colpi di accetta, imponendo al Parlamento una riforma della Costituzione che di fatto non può essere modificata. Un trucco, un emendamento tirato fuori dal cilindro del Pd all’ultimo secondo e l’intero art.1 della riforma, quello che regola le funzioni del futuro Senato, diventa blindato come una cassaforte. Il problema erano quei 19 voti segreti che il presidente del Senato aveva deciso di concedere all’opposizione. Troppi per il governo, e troppo alto il rischio. Grasso, in realtà, non si era limitato ad accogliere le 19 richieste di voto segreto. Dopo aver...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.