closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Scatole scomposte per Capossela

Note sparse. Si intitola «Vinic-io» un volume dedicato al cantautore di Valerio Spada, suo fotografo di fiducia dai tempi del «Ballo di San Vito»

La copertina del libro Vinic-io

La copertina del libro Vinic-io

La ripresa del tour delle Canzoni della Cupa, in Ombra dopo la Polvere dell’autunno scorso, consente di aprire un capitolo non nuovo, ma pieno di sorprese, nel lavoro con la musica e le immagini che da molti anni Vinicio Capossela ha intrapreso; e pur non essendo una novità nel rapporto della musica con la fotografia e il cinema, l’uso che ne sta facendo da anni il cantautore sembra avere quel qualcosa in più rispetto ad altri analoghi progetti. Innanzitutto: è stata l’uscita del libro ad alto tasso di progettualità di Valerio Spada (Vinic-io (a cura di A. Tonti, Skira, euro 49),...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi