closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Scarsa adesione e tensioni alla manifestazione «Io apro»

La protesta. Alla convocazione nazionale rispondono in un migliaio. In piazza anche Casapound

La protesta di Io Apro

La protesta di Io Apro

Alla fine, la preannunciata invasione dei ristoratori non c’è stata. Ieri all’appuntamento nazionale convocato a Roma dalla sigla «Io apro» si sono presentate poco più di un migliaio di persone. Numeri lontani da quelli agitati dagli organizzatori, che avevano promesso, nonostante il divieto della Questura a manifestare a Montecitorio, di assediare il parlamento in almeno 20mila. «Hanno bloccato autobus e treni», dicono alle 15 in piazza San Silvestro. In realtà il pullman fermato è uno solo: veniva da Bologna e al casello Roma nord sono stati identificati i 39 passeggeri. Tra i manifestanti giunti nella centrale piazza romana, blindata in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi