closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Scarcerata la «whistleblower» di Wikileaks Chelsea Manning

È finalmente libera, dopo sette anni di carcere e due tentati suicidi, Chelsea Manning, l’analista transgender dell’esercito americano condannata per aver rivelato a WikiLeaks segreti governativi e i crimini commessi dagli americani in Iraq. Manning doveva scontare 35 anni di carcere per più reati, tra cui quello pesantissimo di violazione della legge sullo spionaggio, ma a fine gennaio, a conclusione del mandato, l’ex presidente Barack Obama le ha commutato la pena attirando i ringraziamenti di molti, incluso Edward Snowden, che gli aveva pubblicamente chiesto: «Se deve fare qualcosa per uno solo di noi, per favore liberi Chelsea». «Dopo quattro ansiosi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.