closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Satta-Boschian, il carteggio degli smarrimenti

Scaffale. «Mia indissolubile compagna»: in un libro a cura di Angela Guiso, ripubblicato da Ilisso, l'epistolario di Salvatore Satta e sua moglie Laura Boschian, durato dal 1938 al 1971

Salvatore Satta e Laura Boschian

Salvatore Satta e Laura Boschian

«L’io sattiano si conferma nella sua legittimità di soggetto per la presenza di un tu che accordi al discorso la sua ragione d’essere. Satta, come un autobiografo, si rivolge a sé per il tramite di Laura e, per dirla con Jean Starobinski, «in questa doppia destinazione del discorso rende la verità discorsiva e la discorsività veridica». Così Angela Guiso nella prefazione di Mia indissolubile compagna, l’epistolario tra Salvatore Satta e la moglie Laura Boschian, durato dal 1938 al 1971 e ora pubblicato dalla casa editrice Ilisso (pp. 345, euro 11). L’autore del Giorno del giudizio conobbe la donna che un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.