closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sardine al Nazareno: «Il Pd ci riguarda». Si propone anche Grillo

L’amaro del capo. L’occupazione simbolica per chiedere una «fase costituente aperta». E il fondatore del M5S, ora in fase ecumenica, si ricandida segretario

Le Sardine Mattia Santori, Jasmine Cristallo e Lorenzo Donnoli al Nazareno

Le Sardine Mattia Santori, Jasmine Cristallo e Lorenzo Donnoli al Nazareno

Nel giorno in cui Nicola Zingaretti spedisce lettera formale di dimissioni da segretario, il Pd diventa terra di conquista e spazio da contendere. Il che rappresenta la debolezza del partito, il rischio che finisca in balia degli eventi immediati ma evidenzia anche un segnale politico: l’esistenza di un’area di opinione che si preoccupa di quanto avviene dentro al Nazareno. A COMINCIARE dalla Sardine, che si presentano davanti alla sede nazionale del Nazareno con tanto di sacco a pelo. «Le assemblee tra pochi non bastano più – dice Mattia Santori - Chiediamo che inizi una nuova fase costituente: aperta, democratica, innovativa....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi