closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Sanzioni per chi parla, Gallera risponda

Lombardia. La impossibilità di comunicare, pena sanzioni, è evidente limitazione della libertà del cittadino/sanitario/eroe e pur in uno stato di emergenza mostra evidenti dubbi di costituzionalità

Accade in Lombardia, a Milano, in un ospedale pubblico, il San Carlo Borromeo. Nei giorni scorsi è stata pubblicata sugli organi si stampa una lettera, ad uso interno, che 50 medici d’urgenza e rianimatori hanno consegnato alla direzione sanitaria, segnalando problemi strutturali, criticità croniche, difficilissime condizioni di lavoro e stress cui sono sottoposti da mesi. Il documento, accanto a una analisi critica delle difficoltà con proposte puntuali, contiene riflessioni umane pesanti, simili ad altre, già denunciate a mezzo stampa, da medici bergamaschi ad aprile: «Siamo costretti a operare scelte relative alla possibilità di accesso alle cure non clinicamente né eticamente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.