closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Sanità toscana, referendum a rischio

Partecipazione?. La giunta Rossi e il Pd riducono a due settimane, e solo via e-mail, la discussione sulla nuova riforma del settore. Toscana a Sinistra e M5S sulle barricate: "Uno scandalo". Con l'obiettivo di depotenziare la consultazione popolare chiesta da 55mila cittadini.

Tommaso Fattori di Toscana a Sinistra

Tommaso Fattori di Toscana a Sinistra

Dagli uffici del Pd, e della giunta Rossi, si spiega che il nuovo progetto di legge sulla sanità - il secondo in meno di un anno – è necessario per completare la “riorganizzazione” del settore. I critici invece, da Toscana a Sinistra al M5S, denunciano il tentativo di bloccare il referendum chiesto da 55mila toscani, apertamente contrari a un riordino che secondo i promotori della consultazione popolare fa scivolare la sanità pubblica verso il privato. Ad accendere ancor di più le polemiche è stata la decisione di contingentare la discussione in un pugno di giorni. “Un scandalo – accusano Paolo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi