closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sanità toscana, addio referendum

Pubblico/Privato. Pur di approvare la seconda legge in pochi mesi, il Pd stralcia un terzo degli articoli per fare in fretta. Opposizioni compatte: uno scandalo. "Lo stralcio è la riprova che il vero obiettivo è annullare il referendum per la sanità pubblica - accusano Fattori e Sarti di Toscana a Sinistra - e mantenere i tagli ai posti letto e al personale, concentrando il potere e regalando la sanità ai privati".

Proteste contro i tagli alla sanità

Proteste contro i tagli alla sanità

Addio referendum sulla sanità toscana? La risposta definitiva arriverà dal Collegio di garanzia statutaria, chiamato a deliberare sulla richiesta fatta da 55mila cittadini, coinvolti dal “Comitato per la sanità pubblica”, per l'abrogazione della legge regionale 28/15. Ma certo l'approvazione di una seconda legge di riordino - in meno di un anno - riduce parecchio le possibilità di una consultazione. Ad esserne convinte sono ad esempio tutte le opposizioni al Pd nell'assemblea toscana. Arrabbiate, a dir poco, di fronte alla decisione di mettere ai voti, alle due del mattino di domenica, non la proposta di legge completa dei suoi 150 articoli,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi