closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Saman Abbas, l’ipotesi della procura: omicidio premeditato

Il caso. In un video si vedono tre uomini con una pala nei pressi della casa. Il fratello e il fidanzato aggiungono particolari agghiaccianti

I carabinieri con il cane molecolare nei pressi della casa dei cugini  di Saman Abbas

I carabinieri con il cane molecolare nei pressi della casa dei cugini di Saman Abbas

È omicidio premeditato l’ipotesi di reato formulata dalla procura di Reggio Emilia per il caso di Saman Abbas, la ragazza scomparsa lo scorso 30 aprile a Novellara. «Purtroppo reputiamo sia deceduta. Non darei riscontro positivo a ciò che ha detto il padre. In Belgio non c’è», ha affermato ieri la procuratrice Isabella Chiesi. Il riferimento è alle dichiarazioni che il genitore ha rilasciato dal Pakistan, forse per fornire una versione comune agli altri soggetti coinvolti. Nel registro degli indagati ci sono cinque nomi di parenti della diciottenne: lo zio Danish Hasnain (33); il padre Shabbar Abbas (46); la madre Nazia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi