closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Sam Soko, un nuovo modo di fare politica in Kenya

Intervista. Parla il regista di «Softie», storia dell'attivista Boniface Mwangi e della sua campagna elettorale nel 2017

Le violenze post elettorali in Kenya nel 2007 fra i sostenitori di Uhuru Kenyatta e Raila Odinga sono quelle che hanno portato il vincitore Kenyatta a processo (poi archiviato) davanti alla Corte Penale Internazionale - e sono le stesse che hanno indotto Boniface Mwangi ad abbandonare il suo lavoro di fotografo - dopo aver documentato quelle violenze - per dedicarsi all’attivismo. Lo incontriamo in Softie - di Sam Soko (nel concorso Finestre sul mondo del Fescaaal) durante una delle tante manifestazioni da lui organizzate davanti al parlamento kenyota per protestare contro la corruzione della politica, le dinastie che la vampirizzano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.