closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Salvini scatena una bufera sulla legge contro il caporalato

Il caso. Il vicepremier a Confesercenti: «Invece di semplificare, complica» Reazioni da Cgil, Pd e LeU: «Complica semmai la vita agli sfruttatori e non va toccata». In un discorso programmatico il ministro dell'Interno ha promesso: «Subito Flat Tax, via riforma Fornero, cedolare secca, stop Imu per negozi sfitti»

Il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini (Lega)

Il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini (Lega)

«Il Codice degli appalti invece di semplificare complica, così come la legge sul caporalato invece di semplificare complica. Probabilmente un paese più semplice è un paese meno corrotto». A giudicare dalla tempesta di reazioni provocate da questa frase, approssimativa e tranchant, pronunciata all'assemblea di Confesercenti a Roma, ieri è sembrato che il ministro degli Interni abbia attaccato la legge contro il caporalato e lo sfruttamento dei braccianti migranti nei campi di tutto il paese. L’assenza dell’altro vicepremier del governo legastellato Luigi Di Maio ha permesso a Salvini di prendersi tutta la scena con un discorso che ha assunto caratteri programmatici....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.