closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Salvini provoca ancora, ma prima avverte la scorta

Bologna. Il leader leghista in una struttura che ospita rifugiati. La questura sui fatti di sabato: «Si è mosso senza dirci dove si trovava»

Rischia di diventare un boomerang per Matteo Salvini l'aggressione subita sabato scorso da alcuni giovani dei centri sociali che gli hanno impedito di entrare nel campo rom di Via Erbosa a Bologna. La ricostruzione della giornata fatta dalla questura bolognese mette infatti in evidenza possibili responsabilità del leader della Lega per quanto è successo, soprattutto per non aver informato in tempo le forze dell’ordine dei suoi spostamenti e del cambi di programma rispetto a quanto comunicato in precedenza a chi avrebbe dovuto prendersi cura della sua sicurezza. Responsabilità che farebbero pensare che Salvini possa aver cercato lo scontro con i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.