closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Sciopero pubblico: «Salviamo vite, non banche»

Gran Bretagna. Settore pubblico pubblico in sciopero per il salario e contro la precarizzazione

In mezzo all’implacabile ostilità dei media mainstream, che di solito qui si concentrano nello stigmatizzare i disagi provocati dagli scioperi, i lavoratori britannici hanno incrociato ieri le braccia nel maggiore sciopero del settore pubblico dal 2011. Impiegati, netturbini, vigili del fuoco, insegnanti, bibliotecari, assistenti sociali appartenenti a varie organizzazioni sindacali, tra le quali Unison e Unite - che rappresentano gli impiegati pubblici e gli insegnanti - si sono dati appuntamento a Birmingham, Brighton, York, Liverpool, Sheffield e, naturalmente, a Londra. Agitazioni si sono svolte anche in Scozia, Galles e Irlanda del nord. Le stime come al solito variano, ma per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi