closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Sciopero pubblico: «Salviamo vite, non banche»

Gran Bretagna. Settore pubblico pubblico in sciopero per il salario e contro la precarizzazione

In mezzo all’implacabile ostilità dei media mainstream, che di solito qui si concentrano nello stigmatizzare i disagi provocati dagli scioperi, i lavoratori britannici hanno incrociato ieri le braccia nel maggiore sciopero del settore pubblico dal 2011. Impiegati, netturbini, vigili del fuoco, insegnanti, bibliotecari, assistenti sociali appartenenti a varie organizzazioni sindacali, tra le quali Unison e Unite - che rappresentano gli impiegati pubblici e gli insegnanti - si sono dati appuntamento a Birmingham, Brighton, York, Liverpool, Sheffield e, naturalmente, a Londra. Agitazioni si sono svolte anche in Scozia, Galles e Irlanda del nord. Le stime come al solito variano, ma per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.