closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

«Salva Mediaset», il governo ignora la commissione Ue

Salviamo il Biscione. Lettera da Bruxelles: mancata notifica è vizio sostanziale. Oggi il via a indagine Agcom. La battaglia diventa legale: intanto il Consiglio di stato dà una prima ragione ai francesi

Il logo di Mediaset

Il logo di Mediaset

Come se nulla fosse. La risposta del governo alle sollecitazioni e alle lettere della commissione europea contro l’emendamento che salva Mediaset dal controllo dei francesi di Vivendi è un ponderato silenzio. E la conferma della validità del testo - accusato di essere uno scambio politico per avere un atteggiamento benevolo di Berlusconi verso il governo - approvato definitivamente a fine novembre nella conversione del decreto anti-Covid. Ieri la commissione europea è intervenuta nuovamente con una lettera inviata a Maurizio Massari, Ambasciatore rappresentante permanente dell’Italia all’Unione europea, dall’oggetto inequivocabile: «Nuove norme in materia di pluralismo dei media e attuazione sentenza Corte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi