closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

«Salario minimo, l’erga omnes su contratti è buon punto di partenza»

Intervista a Tania Scacchetti (Cgil). La segretaria confederale della Cgil: «Sbagliato invece fissare i 9 euro lordi come valore per tutti. Così si dà un alibi alle imprese per uscire dalla contrattazione. Poi servono diritti comuni per tutti i lavoratori, anche autonomi»

Un tavolo sul Salario minimo con una delegazione di rider con l'ex ministro del Lavoro Luigi Di Maio

Un tavolo sul Salario minimo con una delegazione di rider con l'ex ministro del Lavoro Luigi Di Maio

[caption id="attachment_391137" align="alignleft" width="512"] Tania Scacchetti, segretaria confederale Cgil[/caption] Tania Scacchetti, segretaria confederale Cgil. La neoministra Nunzia Catalfo - presente ai tavoli tecnici - fissò il salario minimo a 9 euro lordi l’ora. Da dove si riprenderà la trattativa? Da presidente della commissione Lavoro del Senato è stata un’interlocutrice attenta alle istanze delle parti sociali. Ora ha assunto un ruolo diverso, vedremo come si comporterà. Per noi si deve ripartire dalle cose sempre sostenute unitariamente: il salario minimo esiste già, sono i minimi dei contratti nazionali. Non solo nella parte retributiva ma anche nella parte normativa. Bisogna dare loro valore...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.