closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Saif al-Islam vuole fare il presidente, i Gheddafi infiammano ancora la Libia

Libia. Proteste in diverse città dopo la candidatura ufficiale. Il secondo figlio del colonnello Muammar ricercato dall’Aja: resta valido il mandato d’arresto. Difficile dire se la sua corsa proseguirà fino alle elezioni, ma resta il dato politico: i Gheddafi non sono più il passato

Saif al-Islam Gheddafi in un'immagine di archivio

Saif al-Islam Gheddafi in un'immagine di archivio

Ha presentato la candidatura recandosi personalmente domenica alla sede della Commissione elettorale della città meridionale libica di Sebha. Come fosse un uomo comune e non il secondogenito del defunto leader libico Muammar Gheddafi, deposto nel 2011 dalle bombe della Nato. Così è tornato sulla scena pubblica dopo 10 anni di assenza il 49enne Saif al-Islam, personalità di primo piano del regime del Colonnello: era considerato il volto moderno della Libia grazie anche al suo programma di liberalizzazione economica. Il suo ritorno in campo era atteso da tempo: in un’intervista pubblicata sul New York Times a luglio, aveva già manifestato l'intenzione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.